Fondamenti della subacquea tecnica

In quest'articolo esamineremo gli aspetti oggettivi, e soggettivi delle immersioni tecniche; potremmo parlare, se preferite, di "fattore tecnico" e di "fattore umano" riferiti alle immersioni con decompressione. Tratteremo pertanto di tematiche che riguardano:
  • la definizione di immersioni tecnica;
  • le linee guida generali riguardanti l'attrezzatura;
  • Le caratteristiche di un subacqueo tecnico.
Vogliamo proporre un' analogia introduttiva che possa aiutare il lettore a comprendere la differenza fra le immersioni tecniche e quelle sportive. Moltissime persone, amanti della natura, frequentano la montagna come il mare. In montagna la maggioranza degli escursionisti cammina sui sentieri e visita i rifugi. Una relativamente piccola quota di appassionati di montagna si dedica all'alpinismo. Analoga situazione nella subacquea: a fronte di una maggioranza di sub sportivi che fanno immersioni senza decompressione, solo una quota piccola di subacquei potrà e vorrà avvicinarsi alle immersioni tecniche. Questo non deve sorprendere dato che sia la subacquea tecnica che l'alpinismo sono sport impegnativi; richiedono preparazione, allenamento, esperienza. Qui all' Extreme Diving Academy abbiamo ben chiari questi concetti e li poniamo sin da subito  alla base della rigorosa formazioni che diamo ai nostri allievi. Sappiamo bene che non si forma un subacqueo tecnico in un week end né che si addestra un profondista puro con allenamenti in 5 metri d'acqua. Ricordate sempre che non è il brevetto che fa il bravo subacqueo bensì il suo modo di scendere sott'acqua.


Definizione di immersione tecnica.

Sono ovviamente possibili diverse definizioni. Quella che proponiamo è la seguente: "immersioni che per profondità/tempo prevedono soste di decompressione obbligatorie da svolgere anche con miscele iperossigenate nonché immersioni che possano richiedere l'uso in profondità di miscele  respiratorie diverse dall'aria; immersioni con gli apparati a ricircolo di gas - rebreathers".
Già solo questa definizione determina per il subacqueo tecnico dei vincoli  completamente diversi da quelli del sub sportivo con delle implicazioni  anche psicologiche che andremo successivamente ad analizzare. Attenzione! Abbiamo volutamente usato il temine "diversi". Pensare che un subacqueo tecnico sia "migliore" di un subacqueo sportivo è come voler paragonare mele e pere, escursionisti e alpinisti, si tratta di attività diverse tutto qui! Ognuna ha le sue regole, i suoi vantaggi, i suoi traguardi. Fortunatamente ogni subacqueo che abbia ben chiare le differenze o che sappia avvalersi di un professionista corretto che lo possa consigliare, può liberamente scegliere a quale attività dedicare i suoi interessi. Per i rebreathers li abbiamo coscientemente inseriti nella subacquea tecnica per l'impegno richiesto nell'uso di queste performanti macchine


Configurazione dell'attrezzatura

Esiste una configurazione dell'attrezzatura in grado da sola di risolvere ogni problema? Esiste una configurazione dell'attrezzatura in grado di adattarsi ad ogni ambiente e utilizzatore? Ovviamente la risposta in entrambi i casi è negativa, a meno di voler affermare il contrario per pure ragioni commerciali. Nei corsi dell' Extreme Diving Academy trattiamo in dettaglio l'equipaggiamento e la sua configurazione fornendo all'allievo gli strumenti e le conoscenze per poter ottimizzare le sue scelte. Qui intendiamo specificare alcune linee guida generali.

L'attrezzatura dovrà:

  • garantire la ridondanza dei sistemi vitali
  • avere una disposizione lineare priva di aspetti superflue
  • essere adeguata alle caratteristiche e agli obiettivi dell'immersione
  • essere compatibile con le caratteristiche fisiche del subacqueo


Aspetti psico-attitudinali

Gli ambiti soggettivi della subacquea tecnica, cioè quelli psico attitudinali, sono per Extreme Diving Academy di estrema rilevanza. Questa è la ragione per la quale li integriamo sempre nella formazione e nell'addestramento dei nostri allievi subacqueo tecnici.
Un profondista ben addestrato dovrà aver sviluppato due aspetti chiave delle sue qualità:

  • la fascia di comfort,intendendo con questo termine "la profondità alla quale la capacità operativa del subacqueo é prossima al 100% del suo livello di addestramento".
  • l'attitudine, si tratta di un insieme di capacità e addestramenti psicologici che il subacqueo apprende durante i corsi tecnici e che mantiene attive con l'allenamento. Esse riguardano in particolare:
  • La disciplina dell' applicazione  delle procedure di immersione
  • La capacità di pianificazione e previsione
  • La capacità di concentrazione
  • La capacità di gestione di alti livelli di stress
Tutta la formazione riguardo le tematiche descritte e tutti gli approfondimenti necessari agli addestramenti pratici e psicologici del subacqueo tecnico sono trattati in dettaglio nei corsi di alta formazione subacquea della Extreme Diving Academy (clicca qui per i programmi didattici).


Non abbiamo mai detto che tutto questo sia semplice oppure si ottenga in poco tempo ma...permetteteci una piccola domanda che ci riporta all'introduzione di questo articolo.. "conoscete qualche bravo alpinista che  sia diventato tale in due pomeriggi"?

   
Copyright © 2019 Extreme Diving Academy. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
© ExtremeDivingAcademy